Erbacee perenni

erbacee perenni_01.pngerbacee perenni_02.pngerbacee perenni.pngerbacee perenni_03

Annunci

Equinozio di primavera

caucasian_girl_reading_a_book_0515-1002-0104-0834_SMU“Filastrocca di primavera,

più lungo è il giorno, più dolce la sera.

Domani forse tra l’erbetta

spunterà la prima violetta.

O prima viola fresca e nuova

beato il primo che ti trova,

il tuo profumo gli dirà,

la primavera è giunta, è qua.

Gli altri signori non lo sanno.

E ancora in inverno si crederanno:

magari persone di riguardo, ma il loro calendario va in ritardo”

(Filastrocca di primavera, Gianni Rodari)

Primavera in Cornovaglia

caucasian_girl_reading_a_book_0515-1002-0104-0834_SMU“Era splendido, come volare. Scese giù verso il villaggio, rivedendo tutti negozietti che ricordava così bene e i cottage che le erano familiari lungo la strada principale. (…) Prese il viottolo che girava intorno alla fattoria violetta e, spruzzando grandi ventagli d’acqua mentre attraversava grosse pozze, continuò fino a imboccare la stradina che correva parallela alla piccola linea ferroviaria. Quello era un punto riparato e il lato inferiore era carico di primule selvatiche. L’aria era dolce, odorava di terra umida e le ruote della bicicletta passavano come niente sulle gobbe del terreno e sulle pozzanghere.  Lei era sola e libera e si sentiva colma di una straordinaria energia e le pareva che avrebbe potuto, in quel modo, viaggiare fino ai limiti della terra. Poi la stradina finiva e cominciavano le prime case di Penmarron; con i loro giardini segreti, chiusi da alti muri di pietra dietro i quali svettavano i pini, pieni di uccelli. La stazione ferroviaria. Riverview House (…). Fissò la casa. Il giardino pareva ben curato e nell’orto fiorivano già i primi narcisi. E qualcuno aveva appeso un dondolo a un melo per un bambino….”

(Ritorno a casa, Rosamunde Pilcher)

Prime giornate di sole: gli insetti si risvegliano

Ecco un gruppo di Pyrrhocoris apterus, piccole cimici dalla caratteristica livrea rosso-nera, innocue per le piante e per l’uomo. Nelle giornate soleggiate di marzo è facile incontrare questi insetti sulla corteccia degli alberi, spesso alla base dei tronchi. Sono usciti da ricoveri invernali e aspettano la bella stagione per accoppiarsi e prolificare. Nel mio giardino ce ne sono tanti e non causano nessun problema…..anzi! Lo arricchiscono di colore !

Foto 1

Coltivare le piante in armonia con la natura

Sarà questo il nostro impegno. Mio, di tutti voi che già seguite questo blog e di tutti quelli che arriveranno. Mi auguro saremo in tanti.

Io ce la metterò tutta. Per dare informazioni chiare, aggiornate, praticabili.
Suggerimenti tecnici e curiosità, fotografie e disegni, notizie e riferimenti bibliografici. Ecco gli ingredienti che utilizzerò per fare in modo che giardino, orto, frutteto possano diventare territori di creatività dove sperimentare, giorno dopo giorno, qualcosa di nuovo. Impareremo come coltivare le piante, come abbinarle tra loro, come non utilizzare insetticidi chimici, quanto possa essere esiguo il confine tra un orto e un giardino e tra un giardino e un frutteto….
Senza dPrto fioritoimenticare i terrazzi che, con i dovuti accorgimenti, possono riempirsi di frutti, colori, profumi.
Bentornata Primavera! Noi siamo pronti a rimboccarci le maniche……