Una mamma…. e un bambino vestito di foglie

“La signoracaucasian_girl_reading_a_book_0515-1002-0104-0834_SMU Darling ebbe notizia di Peter la prima volta mentre metteva in ordine i cervelli dei suoi bambini. Riordinare ogni notte i cervelli dei loro bambini, dopo che si sono addormentati, è uno dei lavori più importanti delle buone mamme.

Vi rovistano e raddrizzano tutte le cose per il giorno dopo, rimettendo a posto i molti oggetti che, durante il giorno, sono andati a zonzo qua e là. (…) E’ come se riordinassero i cassetti. Le potreste vedere inginocchiate, immagino, mentre ne osservano curiosamente il contenuto.

Si domandano con stupore in quale parte del mondo voi abbiate potuto raccogliere una certa cosa. (…) Quando vi destate il mattino, le cattiverie e i sentimenti pericolosi con i quali vi siete coricati sono stati piegati in maniera da occupare uno spazio piccolissimo o riposto nell’angolo più remoto delle vostre menti. In bella vista, invece, bene esposti e sciorinati al sole, all’aria, stanno i pensieri migliori, pronti per essere indossati.(…)

Quella notte, la notte di cui parliamo, mentre ella dormiva fece un sogno. (…)Il sogno in sè sarebbe stato una bazzecola, ma mentre ella stava spiando, la finestra della stanza si aprì e un ragazzino balzò sul pavimento. (…) Era un grazioso ragazzino vestito di foglie secche e di linfa, quella che stilla dagli alberi.

(Peter Pan – J.M.Barrie)

Annunci