Un balcone appetitoso

 1Se abitiamo in città e il nostro spazio all’aperto è a venti metri da terra non dobbiamo scoraggiarci.

Anche un balcone, se pure piccolo, può ospitare la nostra riserva di verdure fresche, biologiche e gustosissime.  Un paio di metri quadri di terra sono sufficienti per un orto che soddisfi quasi tutte le esigenze di una famiglia. Ci sono mille modi per farlo e girando per il web possiamo scoprirne di veramente originali e anche siti di aziende che producono e vendono tutto quanto serve: vasi, attrezzi, impianti irrigui e perfino “tavoli per l’orto” ma, a mio avviso, il metodo più gratificante è la propria fantasia.

2

Qualsiasi contenitore, purché opaco e non solubile in acqua, diventa il campo dove coltivare le nostre piantine. Ricordiamo solo di mettere uno strato drenante sul fondo (la ghiaia va benissimo) e di riempirlo con del terriccio non troppo idrofilo come è invece quello dei comuni sacchi che troviamo nei negozi specializzati e nei vari iper, super, mega, ecc.

L’ideale è prendere un po’ di terra qualsiasi, un paio di cassette prelevate al bordo di un campo sono perfette, ovviamente con il permesso del contadino, mischiandola con circa il 15 % di sabbia e un po’ di ghiaia. Prendiamo quindi il contenitore prescelto, lo foderiamo con un foglio sottile di tessuto non tessuto (ritagliato, perché no, da una 3vecchia tovaglia usa e getta), mettiamo sul fondo due centimetri di ghiaia e lo riempiamo con il nostro composto di terra. Integriamo con un po’ di concime granulare, organico, magari di lombrico e poi non resta che mettere a dimora le piantine (per partire dalla semina occorre un po’ più di pratica ed esperienza ma se volete cimentarvi potete trovare qui sotto il calendario delle semine).

Sono numerosi gli ortaggi che possono essere coltivati in vaso, perfetti quelli con una crescita contenuta come cipolla, ravanello, rucola, valeriana e altre erbe aromatiche, ma con un po’ di impegno si prestano bene anche ortaggi più grandi come il pomodoro, la melanzana, il peperone e lo zucchino e poi le indivie, i radicchi da taglio, gli spinaci e tanti altri. Le piante aromatiche vanno bene praticamente tutte ma ricordiamoci di tenere separate le perenni dalle annuali per non dover poi svasare e rinvasare ad ogni stagione.

Le regole di coltivazione sono le stesse per orti su balconi, in piena terra e di qualsiasi dimensione.4

Ed ora, beh, uno sguardo alle tabelle per le rotazioni e le consociazioni e poi…buon lavoro e buon appetito!

calendario semine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...