Energia in giardino……

Nei prossimi giorni iniziano i grandi lavori in giardino e sul balcone per prepararsi ad una primavera fiorita. Siamo ancora in tempo per potare le rose? La pianta di rose, contrariamente all’aspetto delicato dei fiori, è piuttosto robusta e rustica e reagisce in modo straordinario alla potatura. Qual è il periodo giusto per usare le cesoie con le rose?
rose

Adesso. Anche se chi le colleziona coltivando specie rare e particolari il periodo deve essere scelto a seconda della specie, in generale per le rose che più di frequente abbelliscono i nostri spazi verdi è bene attendere che il tempo delle lunghe gelate sia terminato. In questo periodo i rami hanno gemme ben formate e alcune di queste cominciano a schiudersi. Ecco alcune facili regole da mettere in pratica:

  • Diradare i rami togliendo quelli secchi e malformati e rimuovendo un po’ “del vecchio” (circa 1/3)
  • Fare attenzione ai tagli intervenendo circa un centimetro al di sopra della gemma, con un taglio leggermente inclinato verso l’interno della pianta.
  • Cercare di mantenere 4 o 5 rami principali e non di più, lasciando 3/5 gemme per ramo
  • Se possibile proviamo ad avere delle piante con una forma a vaso senza ramo centrale
  • Se nel tempo abbiamo allevato una pianta con un ramo centrale vigoroso potremmo tentare di creare un alberello, mantenendo altri tre rami alla base e tre rametti in cima, larghi e contrapposti tra loro.

Ognuno di noi ha un giardino segreto…come Mary Lennox

caucasian_girl_reading_a_book_0515-1002-0104-0834_SMU“Il sole continuò a splendere per una settimana sul giardino segreto. Il giardino segreto! Così l’aveva chiamato Mary; quel nome le piaceva, ma le piaceva ancora di più la sensazione strana che provava quando, chiusa entro quelle vecchie mura, sapeva che nessuno avrebbe potuto scoprirla. Le pareva di essere fuori dal mondo e di vivere in uno di quei luoghi incantati di cui si parla solo nelle fiabe. In quelle fiabe dove le persone dormono anche cento anni in giardini meravigliosi come il suo. Mary però non aveva nessuna intenzione di dormire, anzi s’andava sempre più svegliando ogni giorno che passava. Ora le piaceva moltissimo stare all’aria aperta e non odiava più il vento; poteva correre più svelta e più a lungo ed era arrivata persino a fare cento salti con la corda. Le piantine, poi, potevano finalmente respirare, dopo che lei le aveva liberate dall’erba che le soffocava, e crescevano rapidamente, mentre il sole le riscaldava e la pioggia le bagnava meglio”.

(Il giardino segreto, F.H. Burnett)

Primavera in Cornovaglia

caucasian_girl_reading_a_book_0515-1002-0104-0834_SMU“Era splendido, come volare. Scese giù verso il villaggio, rivedendo tutti negozietti che ricordava così bene e i cottage che le erano familiari lungo la strada principale. (…) Prese il viottolo che girava intorno alla fattoria violetta e, spruzzando grandi ventagli d’acqua mentre attraversava grosse pozze, continuò fino a imboccare la stradina che correva parallela alla piccola linea ferroviaria. Quello era un punto riparato e il lato inferiore era carico di primule selvatiche. L’aria era dolce, odorava di terra umida e le ruote della bicicletta passavano come niente sulle gobbe del terreno e sulle pozzanghere.  Lei era sola e libera e si sentiva colma di una straordinaria energia e le pareva che avrebbe potuto, in quel modo, viaggiare fino ai limiti della terra. Poi la stradina finiva e cominciavano le prime case di Penmarron; con i loro giardini segreti, chiusi da alti muri di pietra dietro i quali svettavano i pini, pieni di uccelli. La stazione ferroviaria. Riverview House (…). Fissò la casa. Il giardino pareva ben curato e nell’orto fiorivano già i primi narcisi. E qualcuno aveva appeso un dondolo a un melo per un bambino….”

(Ritorno a casa, Rosamunde Pilcher)

Lotta biologica in castagneto

Il castagno è ancora in riposo vegetativo, ma fervono le attività “preparatorie” alla lotta biologica. Tra aprile e maggio si potranno effettuare in castagneto i rilasci di Torymus sinensis, un piccolissimo insetto antagonista naturale del cinipide o vespa cinese del castagno. Nel frattempo, sono state raccolte migliaia di galle dai castagneti dove l’antagonista viene allevato. Si tratta di vere e proprie bio fabbriche a cielo aperto, nelle quali Torymus sinensis si è insediato e si riproduce con facilità. Da tali galle, che in queste settimane riposano all’interno di apposite galle in vari laboratori sparsi in Italia, usciranno presto maschi e femmine dell’antagonista, destinati ad essere “lanciati” nei castagneti infestati dal cinipide. Dopo di che, bisognerà attendere che la natura faccia il suo corso…. Il processo è lento e graduale, ma sicuro e con risultati stabili nel tempo.Galle invernali

Nelle prossime settimane vi terremo aggiornati sulle attività da fare. Per il momento, ringraziamo i castanicoltori e tutti coloro che, sfidando spesso il freddo e il maltempo, con il loro lavoro in castagneto garantiscono la disponibilità del Torymus per i prossimi lanci.

 

Volete saperne di più sul castagno? http://www.centrostudicastagno.it

 

Ultime potature

Gli alberi ingrossano le gemme, segno che la ripresa vegetativa è ormai prossima. Si chiude la stagione delle potature. Alcune settimane fa due giovani tree climber hanno potato il platano che allarga i suoi rami fino a raggiungere la finestra della mia camera. Si sono arrampicati “dentro” la chioma e hanno tagliato solo dove serviva. Nessun mezzo pesante ha calpestato il terreno, nessun cestello ha danneggiato i rami, nessuna motosega…..solo il seghetto!

Bravi Jacopo e Giovanni, ottimo lavoro!!!!  https://www.facebook.com/jacopo.fini

Il tree climbing è una tecnica che prevede la salita sugli alberi e la mobilità dell’operatore all’interno della chioma con il solo ausilio di corde. Per saperne di più www.treeclimbing.it

IMG-20140219-WA0011

Si alza il sipario: visite guidate ai Giardini del Casoncello

Dove il giardino viene presentato come palcoscenico di un meraviglioso spettacolo in quattro atti che si replica ogni anno

(Chiacchiere di giardinaggio insolito, Maria Gabriella Buccioli)

Foto 3Una piacevole lezione itinerante di due ore attraverso le diverse “stanze” del Giardino; al termine della visita si potranno degustare tisane preparate con le buone erbe del Casoncello.

Ecco gli appuntamenti di Aprile: 24 – 26 – 27 – 30

ore 10 e ore 15.30

Maria Gabriella vi aspetta! Per informazioni e prenotazioni: 051. 928100 – 928281

Prime giornate di sole: gli insetti si risvegliano

Ecco un gruppo di Pyrrhocoris apterus, piccole cimici dalla caratteristica livrea rosso-nera, innocue per le piante e per l’uomo. Nelle giornate soleggiate di marzo è facile incontrare questi insetti sulla corteccia degli alberi, spesso alla base dei tronchi. Sono usciti da ricoveri invernali e aspettano la bella stagione per accoppiarsi e prolificare. Nel mio giardino ce ne sono tanti e non causano nessun problema…..anzi! Lo arricchiscono di colore !

Foto 1